Day #4: Attraverso le montagne

Il nostro quarto giorno in Corsica è stato sicuramente il più impegnativo.

Poichè avevo organizzato un viaggio in cui avremmo passato 3 notti nel nord dell’isola e 3 notti nel sud, sempre nell’entroterra e quindi sulle montagne, si trattava di attraversare tutta l’isola per spostarci. Il planning era stato studiato appositamente da me per cercare di vedere il più possibile l’isola. Armati di bagagli e tanta pazienza abbiamo così iniziato la nostra traversata, passando per il colle di Vizzavona (1163 m s.l.m.), che taglia in due l’isola.

Il colle di Vizzavona

Il colle di Vizzavona

Non posso negare che la traversata sia stata impegnativa, in quanto gli zaini sulla schiena pesavano e la moto faticava a salire a causa dei buchi della strada. Ma ce l’abbiamo fatta (ovviamente) e il panorama ci ha ricompensato. Ci siamo fermati numerose volte, per riprendere fiato e sgranchirci le gambe. Ma ne è valsa la pena. Tutte le montagne del centro fanno parte del Parc Naturel Régional de Corse e sono costellati da torrenti che formano cascate o laghi. Luoghi ideali per chi non vuole rinunciare alle montagne anche in una vacanza al mare e per chi ama il trekking.

Abbiamo quindi preso la strada per Ajaccio, dove ci siamo fermati a pranzo e abbiamo fatto un breve giro per la città, che non ci ha colpito più di tanto. Basta dire che l’unica cosa interessante, ai nostri occhi, poteva essere la cittadella che però viene aperta raramente al pubblico.

Siamo quindi ripartiti alla volta di Aullènne, piccolo paesino sulle montagne dell’Alta Rocca che caratterizzano la Corsica del Sud. La strada tortuosa tipica della montagna ad un certo punto ci ha lasciato senza fiato per lo spettacolo che abbiamo trovato: un panorama lunare causato da un incendio. La cosa mi ha impressionato non poco, forse perchè non mi è mai capitato di attraversare un bosco incendiato e vuoto, interamente vuoto.

Il bosco incendiato

Il bosco incendiato

La bellezza di questi luoghi però è rimasta intatta, con le rocce prepotenti che fuoriescono da ciò che resta della vegetazione.

Le rocce

Le rocce

Abbiamo poi saputo, una volta raggiunto Aullènne e rifocillandoci al bar del paese frequentato da vecchietti con la classica Pietra, che l’incendio risaliva a due anni prima e che i danni, come si può vedere dalle foto, ancora visibili per molto tempo, sono ingenti per il patrimonio naturalistico, anche perchè la zona bruciata faceva parte del Parco Regionale.

IMG_0828

Anche ad Aullènne siamo stati accolti grandiosamente. Siamo stati ospiti del Chambres d’Hotes San Larenzu e il proprietario, Laurent, ci ha fatto sentire a casa. A cena ci siamo affidati alla cucina della madre, presso il ristorante annesso al B&B Le Chalet e non ce ne siamo assolutamente pentiti. Abbiamo assaggiato la zuppa corsa, una specialità della casa, e ce ne siamo innamorati. La signora che ci ha servito si è dimostrata di una gentilezza infinita: dopo qualche impaccio con la lingua (noi non parliamo fluentemente francese e lei non parlava inglese), si è messa a parlarci in corso (che è praticamente italiano) e ogni timidezza è caduta. Una delle cose belle dei viaggi: scoprire che anche i dialetti possono essere comprensibili.

La birra corsa in Corsica ha tutto un altro sapore

La birra corsa in Corsica ha tutto un altro sapore

Mappa 4° giorno

Mappa 4° giorno

Annunci

Un pensiero su “Day #4: Attraverso le montagne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...